Visitare Napoli, dove dormire nelle vicinanze.. sole, vita e mille colori!!

Visitare Napoli..trovare un posto tranquillo e funzionale dove poter dormire nella città partenopea non è facile. La città partenopea è tra le più belle del mondo, ma non tutti i bed and breakfast e gli hotel del territorio offrono soluzioni professionali e arredate con gusto.

Il Bed and Breakfast Pompei è, in tal senso, il partner giusto per poter dormire vicino Napoli in un ambiente finemente arredato e con una cura del cliente al 100% . Il B&B Pompei Il Fauno dista solo 500 metri dalla stazione della Circumvesuviana ( 5 minuti a piedi) , da cui puoi raggiungere tranquillamente la città partenopea in pochi minuti e senza avere la preoccupazione di dove parcheggiare l’auto :))

Puoi prenotare la tua camera online con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

Richiedi disponibilità  Prenota Ora la tua camera

Per altre informazioni visitare Napoli o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655

Camera matrimoniale

B&B Pompei Il Fauno…Un ambiente confortevole ed emozioni tutte da vivere, dormire vicino a Napoli diventa veramente un’esperienza indimenticabile.

Il Bed and Breakfast a poca distanza per Visitare Napoli, dispone di stanze finemente arredate e dotate di ogni comfort. Il tutto in un ambiente tranquillo e riservato, ideale per potersi rilassare, da soli o in compagnia, in vista di impegni lavorativi o un semplice excursus storico nella città partenopea.

Visitare Napoli e dormire in un luogo confortevole non è più un problema: il B&B Pompei Il Fauno è la soluzione che fa’ per te!

Cosa visitare a Napoli : 

Visitare Napoli

 

Visitare Napoli… deve le sue origini alla sirena Partenope. Anime contrastanti che si scontrano e convivono l’una di fianco all’altro, come si comprende non appena si mette piede in città. Le splendide memorie storiche del Museo di Capodimonte e del Palazzo Reale insieme ai peggiori segni della modernità, traffico e caos.

La devozione religiosa per San Gennaro che convive con l’anima pagana della città, conservata e tramandata nella Napoli Sotterranea e nella Cappella San Severo, tra le “capuzzelle” dei morti e e l’alchimia del Cristo Velato.

E poi scorci di un panorama senza eguali, regole di vita che valgono soltanto qui e in nessun altro posto della terra. C’è tanto da vedere, e non è facile scegliere.

Napoli è un vero teatro della vita, a cielo aperto, gratis ed accessibile a tutti. Ma non aspettatevi solo scenette divertenti e sfondi da cartolina. Per scoprire la città può bastare semplicemente andarsene in giro, ma se non volete perdervi il meglio, iniziate seguendo i nostri consigli.

Città di magia, superstizioni e numeri“….Napoli è una città di magia, superstizioni e numeri, come scriveva Matilde Serao: “Tutte le superstizioni sparse nel mondo sono raccolte in Napoli e ingrandite …”. Nella città partenopea le credenze popolari diventano parte integrante della cultura, infatti, si dice che per i suoi vicoli si aggirino ‘o munaciello (spiritello dispettoso) e ‘a bella ‘mbriana (spirito benigno).

La superstizione indica la credenza che gli eventi futuri possano essere influenzati da determinati comportamenti o oggetti, senza alcuna relazione tra di essi, e a Napoli, dove a tutto c’è rimedio, sono numerosi gli scongiuri e gli amuleti che vengono utilizzati contro la “jettatura“.

Oltre alle celebri formule antimalocchio, i napoletani sono legati a diversi talismani quali il ferro di cavallo, il gobbetto (‘o scartellato nella Smorfia Napoletana), il numero 13, la corona d’aglio, il peperoncino ed in particolare le corna ed il corno. Il gesto di fare le corna è utilizzato per mandare via la malasorte, mentre, al corno vengono attribuiti determinati poteri di allontanamento delle influenze maligne a patto che esso sia di colore rosso, fatto a mano, storto e a punta.

Napoli è una città molto legata anche ai numeri, infatti, l’originalità della superstizione in questa città sta nel gioco del Lotto e nella lettura della Smorfia, a cui i napoletani si affidano per interpretare i sogni, ma anche i fatti quotidiani, in termini di numeri da giocare al Lotto. In particolare, per la smorfia il 17 è “la disgrazia” e abbinato al venerdì è ritenuto dai napoletano molto sfortunato.

Visitare Napoli